Tadej Pišek

Attore della compagnia stabile dalla stagione 2016/2017

Luogo di nascita, Lubiana, 26-10-1988 ♦ Formazione: AGRFT ♦

Premi/o

         Premio per il miglior attore al Festival del teatro di Bugojna 2015

         Premio per la miglior interpretazione collettiva al 15° Festival internazionale dei teatri per bambini di Banja Luka 2015

         Premio internazionale per il miglior attore al 12° Festival internazionale di Banja Luka 2013

         La rappresentazione Bartleby, lo scrivano, al 47° festival Borštnik è stato insignito del Grand prix, il gran premio Borštnik per il miglior spettacolo in assoluto

SONO Il Gabbiano Jonatan Livingston, amo staccarmi dallo stormo e volare liberamente per conto mio…

4 PIETRE MILIARI della tua carriera. I progetti che sono stati fondamentali per la tua crescita professionale.

Il musical d’autore Rap simfonija na prapiščal/Sinfonia rap per il flauto primitivo è stata la mia prima rappresentazione teatrale che è stata interamente farina del mio sacco, dall’idea alla sua realizzazione. Per la prima volta ho interpretato sul palcoscenico un testo che ho scritto io, per la prima volta del mio testo si è occupato un regista professionista, per la prima volta ho capito quanta organizzazione sia necessaria per mettere in piedi uno spettacolo. Una bella esperienza che mi ha aiutato per i miei futuri progetti d’autore e che mi ha dato coraggio per intraprendere i miei lavori d’autore in modo sempre propositivo.

Sapramišja sreča/La fortuna di Sapramiška al Mini teater, è stato il mio primo spettacolo per bambini, uno spettacolo che mi ha aperto le porte del mondo del teatro dei bambini. E conoscere questo mondo può essere estremamente prezioso non solo per realizzare delle rappresentazioni per bambini e per adulti, ma anche nella vita quotidiana. Grazie, Sapramiška!

Bila sva mlada oba/Eravamo giovani entrambi, un musical che mi fatto conoscere l’universo commerciale. Grazie a un cast e a un regista (Jaša Jamnik) straordinari lo studio di questo spettacolo è stato di certo lo studio più divertente in assoluto, il che si è riflettuto anche sul pubblico. Così tanta energia positiva e tante risate come le abbiamo fatte durante la realizzazione e l’interpretazione di questo spettacolo, te le puoi solo sognare…

Trst, mesto v vojni/Trieste, una città in guerra, il mio primo spettacolo allo Stabile sloveno di Trieste e il mio primo contatto con il pubblico d’oltreconfine. Durante lo studio di questo spettacolo mi sono sentito libero e sicuro di me stesso in quanto attore, ho collaborato con una compagnia fenomenale e insieme siamo riusciti a realizzare uno spettacolo che è entrato nei cuori degli spettatori. Un’esperienza davvero stupenda.

4 INSEGNANTI: persone da cui hai imparato, che ti hanno insegnato o in qualche modo ispirato.

L’insegnante del circolo filodrammatico che ho cominciato a frequentare alle elementari. Il circolo filodrammatico è stato il mio primo contatto con il mondo della recitazione e del teatro, e l’insegnante ha fatto sì che questo rapporto si tramutasse in vero e proprio amore,  che ha segnato e plasmato la mia vita.

Robert Waltl, il primo regista che ha visto in me un attore di talento e che mi ha dato una chance sulla scena di un teatro professionale. Quest’iniziale fiducia si è poi sviluppata in una collaborazione stabile con il Mini teater nell’ambito di spettacoli sia per bambini sia per adulti, insieme abbiamo realizzato delle rappresentazioni indimenticabili, instaurando un rapporto di fiducia e amicizia. Robi è un uomo dalle mille idee, un grande entusiasta del teatro che con il suo lavoro continua a dimostrare come l’impossibile possa diventare possibile.

Igor Pison, perché Igor è Igor. È una cosa contagiosa… E poi perché ho collaborato con lui proprio nel momento in cui ne avevo bisogno…

Antoine de Saint-Exupery, perché il suo Piccolo principe mi ricorda sempre e nuovamente che nella vita non vedo un cappello se in verità si tratta di un boa che ha ingerito un elefante, che nella cassetta c’è una pecora proprio come la desidero io e che la mia rosa è la più bella dell’universo solo perché le voglio bene.

Se potessi guardarti da fuori mentre lavori, che cosa diresti di te, che tipo di attore sei, come affronti il lavoro?

Quando comincio a studiare un nuovo personaggio ho sempre paura. Non so se è un bene o un male, ma è così. Poi tento di restare ingenuo. Quello che invece succede dopo… per ora è un mistero anche per me!

Piškotki nam omogočajo, da analiziramo promet in delovanje naše spletne strani. Nastavitve piškotkov za našo spletno stran lahko kadarkoli spremenite. Zapri in nadaljuj