S/paesati-Piera Principe al TSS

S/paesati al Teatro Stabile Sloveno 

Giovedì 17 novembre Teatro Stabile Sloveno
ore 20.30 danza

GUARDAMI

Quadri per un’esposizione di e con Piera Principe
contrabbasso Michele Anelli
“Questo quadratino di spazio è la mia stanza privata… è la mia cassa toracica, c’è una pallina rossa spostata dal centro, un cuore che mi ricorda di agire sempre dentro i suoi battiti. Ho imparato dal mio corpo spezzato ad apprezzare il valore del limite come il valore dell’errore. Il bel gesto così come l’errore muovono l’essere poetico da dentro . Non è mai stata la ricerca della bellezza o della abilità che mi hanno interessato, ma la ricerca della grazia” (Piera Principe).

 

Piera Principe

Dopo gli anni di formazione iniziata in Italia nel 1974, si perfeziona a Parigi, New York e Boston.  Fin dagli anni Ottanta apre la sua ricerca artistica alla musica jazz e all’improvvisazione danzando con diversi musicisti del panorama internazionale come Stefano Battaglia, Giorgio Gaslini, Daniele di Gregorio e Guido Mazzon. Dal 1999 al 2010 fa parte della compagnia Sosta Palmizi con cui si esibisce in Italia e all’estero.

Coreografa e autrice dall’esperienza gestuale particolare ( poli-fratturata a causa di un gravissimo incidente stradale), tornò in palcoscenico nel 1989 dopo due anni di immobilità totale, vincendo lo Spazio Nuove Proposte al Concorso “Vignale Danza” con l’ assolo “ Riservato” poi ripreso nel ‘92 con la regia di Stefano Monti.
Dedica dai primi anni ‘90 la sua ricerca anche al limite-come-diversa-opportunità sia in campo formativo che artistico.
Ha creato il metodo “La memoria poetica del Corpo” e il laboratorio permanente per viaggiatori abili e disabili: “La Zattera di Nessuno” promosso da Anffas MilanoOnlus con cui collabora dal 1996.

La sua ricerca è stata oggetto di diverse tesi di laurea presso le università di Bologna, Firenze e Milano.
Dirige laboratori al Centro internazionale della danza ( CID) a Rovereto e master in diverse università italiane. Per alcuni anni ha collaborato come docente di Area Motoria presso l’Università di Scienze della Formazione Milano Bicocca partecipando al libro “ I laboratori del corpo” di Ivano Gamelli. Edizioni libreria Cortina.

Solo-performer realizza e propone ancora oggi “poesie gestuali” e performances di grande intensità.
“Guardami” sull’improvvisazione totale contiene pagine del suo libro “ La zattera di Nessuno” diario di una danzatrice tra abilità e disabilità (edizioni Titivillus).

guardami_10.jpg

Piškotki nam omogočajo, da analiziramo promet in delovanje naše spletne strani. Nastavitve piškotkov za našo spletno stran lahko kadarkoli spremenite. Zapri in nadaljuj