Una domenica con il barone ZOIS…

Slovensko stalno gledališče / Teatro Stabile Sloveno
in collaborazione con ZSKD e Bonawentura – Teatro Miela

Sabrina Morena, Martin Lissiach, Danijel Malalan
ZOIS_IT.SI Illuministi globali
 
regia:  Sabrina Morena
scene e costumi: Marco Juratovec
Con: Elena Husu, Alessandro Mizzi, Danijel Malalan
   
DOMENICA 29.09 ORE 18.00 AL KULTURNI DOM DI PROSECCO
PER L’APERTURA DELLA STAGIONE POK NA ODRU  

Domenica 29 settembre alle 18.00 il Kulturni dom di Prosecco ospiterà l’allegra apertura della stagione di spettacoli teatrali Pok na odru, organizzata per il secondo anno consecutivo dalle associazioni culturali slovene Tabor di Opicina e Jaka Štoka di Prosecco e Contovello, con il patrocinio dell’unione Zveza slovenskih kulturnih društev. Dalla prima edizione il Teatro Stabile Sloveno di Trieste è presente nel cartellone con le sue produzioni e quest’anno aprirà con il nuovissimo spettacolo bilingue
Zois_it.si Illuministi globali.
Nei 200 anni dalla morte del barone Žiga Zois la regista Sabrina Morena ha deciso di valorizzare l’importante figura dell’illuminista triestino presso un pubblico che probabilmente non conosce veramente la sua vita e opere. Il testo è stato scritto da Martin Lissiach e Danijel Malalan insieme alla stessa regista, mentre sul palco si immedesimano nelle vicende del barone e dei suoi contemporanei insieme al coautore Malalan anche gli attori Elena Husu e Alessandro Mizzi.
Anche in questo caso, come nelle precedenti produzioni firmate da questa équipe di lavoro, si tratta di uno spettacolo che non ha bisogno di sovratitoli, essendo interamente bilingue. Il linguaggio della commedia permette allo spettacolo di veicolare in modo particolarmente piacevole e divertente contenuti e domande suscitati dal suo essere un dialogo tra passato e presente: come osserverebbe oggi il barone Zois gli eventi intorno a sé? Si troverebbe a proprio agio in un mondo moderno con internet, social network e fake news? Riconoscerebbe  ancora artisti e scienziati degni del suo mecenatismo?
Il dialogo interculturale viene sottolineato anche da una caratteristica extralinguistica, con la storia vera della corrispondenza tra Zois e Casanova che nelle loro lettere condividevano le opinioni su una comune passione, quella per il teatro.
Lo spettacolo è una coproduzione TSS con Bonawentura-Teatro Miela e con l’associazione dei circoli culturali sloveni ZSKD.

ssg-zois-foto-luca-quaia-23.jpg

ssg-zois-foto-luca-quaia-15.jpg
foto:Luca Quaia

www.teaterssg.com
 

Piškotki nam omogočajo, da analiziramo promet in delovanje naše spletne strani. Nastavitve piškotkov za našo spletno stran lahko kadarkoli spremenite. Zapri in nadaljuj